Migliori barbecue con braciere: guida alla scelta e all’uso

Il barbecue, è un accessorio alternativo alla cottura degli alimenti, che si discosta dal tradizionale piano di cottura casalingo. Insomma, l’essenza stessa del barbecue, è la convivialità di momenti trascorsi in compagnia di amici e parenti, uniti dal buon cibo dal retrogusto unico. Molti appassionati, prestano parecchia attenzione al concetto che sta dietro la scelta del barbecue ideale. Lasciando far intendere, che non tutti i barbecue sono uguali, e che a seconda di quale sia l’obiettivo, vi è un barbecue meglio adatto al contesto.

Quando parliamo di brace o braciere, ciò che subito viene in mente, è il barbecue più comune che ci sia, ovvero quello che prevede l’utilizzo della carbonella come elemento di alimentazione. Ma come fare a capire quale scegliere tra i tanti presenti in commercio? 

Cosa leggerai in questo articolo

Nel nostro articolo, vorremmo approfondire l’argomento inerente ai barbecue con braciere. Valuteremo insieme quali sono gli aspetti fondamentali da tenere in forte considerazione nel momento della scelta d’acquisto e i vantaggi che il barbecue migliore è in grado di offrire. Se siete curiosi di saperne qualcosina in più o, casualmente, siete già in procinto di acquistarne uno, non perdetevi info e dettagli per non commettere errori!

Miglior barbecue con braciere? Ecco qualche utile info

Prima di acquistare a caso un barbecue, magari solo per il prezzo allettante, è bene valutare una serie di fattori che, a lungo termine, si riveleranno essenziali per la riuscita dell’acquisto.

Malgrado i modelli con la brace a legna, quindi carbonella, siano i più economici e semplici da reperire in commercio, ciò non significa che sarà altrettanto facile individuare quello che faccia meglio al caso proprio. Ecco quindi, in un semplice elenco riassuntivo, i punti cruciali da non sottovalutare mai:

  • Dimensioni, peso e ingombro. 
  • Facilità nello spostamento. 
  • Ampiezza della griglia. 
  • Presenza di ripiani aggiuntivi come piano di appoggio. 
  • Livelli di altezza differenti ove inserire la griglia.
  • Qualità dei materiali di fabbrica. 
  • Semplicità nella pulizia e manutenzione del vano per la carbonella. 
  • Presenza o meno del coperchio.

Come possiamo notare, scegliere il barbecue nasconde delle vere e proprie insidie. Non sempre, quindi, il più economico è quello più indicato. Bisognerà anche considera per quante persone, mediamente, andrà utilizzato il barbecue. Facciamo un esempio, se già sia ha bene o male in testa, il numero di possibili commensali, è chiaro che scegliere la misura e quindi, la corrispettiva ampiezza del piano di cottura, sarà super intuitivo.

Scegliere di andare al risparmio, orientandosi su un modello dalla griglia ridotta, e ritrovarsi un numero di ospiti importante, sarà impegnativo oltre che molto poco pratico.

Ma come si usa al meglio un barbecue con braciere tradizionale?

Quando si sceglie che l’alimentazione principale del barbecue, sarà data principalmente dalla legna o carbonella, è bene sapere quali siano le regole che stanno alla base.

In primis, la qualità dovrà riguardare non solo il barbecue in sé, ma anche quella del combustibile scelto. Una carbonella inadatta o eccessivamente resinosa, non sarà affatto l’ideale. Attenzione! Non è un segreto che questo, come tipologia di barbecue, è sicuramente il più macchinoso e richiede un minimo di esperienza nella gestione efficiente della brace. Tuttavia, compreso il meccanismo, sarà tutto assai più intuitivo e immediato.

  • Non riponete mai il cibo sulla griglia, quando ancora le fiamme sono alte.
  • Scegliete la posizione più alta dove inserire la griglia.
  • Assicuratevi che la brace sia ben ardente. 
  • Non girate troppo spesso la carne né bucherellatela. 
  • Igienizzate con una strofinata di limone prima di riporvi gli alimenti. 
  • Una volta finito, spegnete la brace con dell’acqua e, secondariamente, ripulite i resti. 

Quale barbecue acquistare per non sbagliare?

Ma veniamo ora all’aspetto più pratico di tutti. Quale modello, a fatto compiuto, è più indicato per l’acquisto? Avendo constatato che, uno degli aspetti principali è quello di scegliere anche sulla base della misura del barbecue e su quale sia il luogo a esso destinato, scopriamo insieme i modelli suggeriti per l’acquisto in termini di marchi e qualità.

Prima di tutto, si valuta la forma del barbecue. La presenza del coperchio e così via. Il brand leader nel settore dei barbecue è la sochef, che con pluriennale esperienza, offre prodotti di ottima qualità e ampia scelta di forme e modelli sulla base delle proprie esigenze. Modelli come: il Pablo 75 sono una delle scelte più gettonate. Presenta nella fattispecie un comodo coperchio, ampia zona di cottura ed una solidità invidiabile.

Conclusioni

Abbiamo osservato al meglio, tutte le caratteristiche che un barbecue a carbonella dovrebbe avere per definirsi un ottimo acquisto. Tutto, per logica, starà alla valutazione effettiva e obiettiva delle proprie necessità. Anche il giusto rapporto qualità/prezzo dovrà essere sempre preso in considerazione. La qualità, infine, dei materiali di fabbrica, a lungo termine si rivelerà essenziale. Non solo per la resa del prodotto, ma soprattutto per la sua corrispettiva durata all’usura e alle elevate temperature.

Ancora indecisi? A voi la scelta per grigliate al top!

Siciliana laureata in Discipline dello Spettacolo e Comunicazione alla facoltà di Pisa. Appassionata di arte, musica e scrittura. Mi occupo di scenografia cinematografica e nel tempo libero scrivo romanzi in self publiscing. Mi diletto anche nella musica e nella pittura. Formazione anche nel settore Social Media e Copywriting.

Back to top
sceltabarbecue.it