Migliori barbecue con ripiani: guida alla scelta, costi e utilità

Quando si invitano amici e parenti ad una grigliata non si ha mai spazio a sufficienza sulle griglie: verdure, carne, pesce ogni cibo richiede un certo spazio e, ovviamente, più sono le persone invitate, più cibo bisogna preparare. Solitamente gli utenti con barbecue piccoli impiegano molto tempo a cuocere il cibo per molte persone e questo è sempre un problema: quando l’ultima bistecca è cotta, la prima si è già sicuramente raffreddata. Per fortuna esiste una soluzione a questo problema: i barbecue con ripiani. Nella guida che segue vi parleremo, nei dettagli, dei barbecue con ripiani: come funzionano, a cosa servono, quanto costano e come scegliere i migliori tra quelli presenti sul mercato. Buona lettura!

Barbecue con ripiani: come sono fatti?

I barbecue con ripiani sono normalissimi barbecue che, però, sono costruiti in modo leggermente diverso. Il barbecue con ripiani è infatti pensato per offrire una superficie di lavoro maggiore all’utente, permettendo di disporre con maggiore comodità la carne e non solo. 

I barbecue con ripiani possono essere dotati di diverse soluzioni per aumentare lo spazio disponibile per l’utente, tra queste soluzioni abbiamo: 

  • Ripiani espandibili lateralmente;
  • Ripiani verticali sulla griglia;
  • Ripiani espandibili frontalmente.

Come funzionano i barbecue con ripiani?

I barbecue con ripiani non hanno nessun funzionamento particolarmente impegnativo o difficile da gestire: i ripiani possono essere fissi, mobili oppure semi-mobili. Nel primo caso avremo delle “alette” che sporgono sul lato del barbecue, oppure una sorta di scaffale sulla griglia. Nel secondo caso, invece, avremo soluzioni simili ma con la possibilità di aprire e chiudere le alette, ad esempio, per risparmiare spazio. Nel terzo caso avremo delle soluzioni simili al primo caso, ma con una possibilità di movimento ridotta rispetto al secondo caso. 

I ripiani laterali sono solitamente realizzati a partire dallo stesso materiale del barbecue, mentre i ripiani sulla griglia sono spesso realizzati dello stesso materiale della griglia.

Utilità del barbecue con ripiani

Il barbecue con ripiani ci viene incontro, durante la cottura, perchè è in grado di:

  • Darci maggiore spazio di lavoro intorno alla griglia;
  • Darci maggiore spazio per conservare lo stato di cottura dei cibi sui ripiani della griglia;

 Questi due semplici aiuti trasformano un piccolo barbecue dalle dimensioni contenute in una soluzione di cottura completa e adatta a tutte le preparazione, anche quelle con molta materia prima.

Ora che sappiamo che cos’è e come funziona un barbecue con ripiani, possiamo passare a parlare di come scegliere i migliori.

Migliori barbecue con ripiani: caratteristiche

Le caratteristiche da considerare quando si acquista un barbecue con ripiani sono:

  • Dimensioni;
  • Tipo di alimentazione;
  • Tipo di barbecue;
  • Prezzo

Ovviamente il prezzo dipende dalla volontà di spendere dell’utente: ci sono barbecue con ripiani che costano 150 euro, mentre ne esistono altri che ne costano 1000. Gli altri aspetti, invece, meritano un approfondimento a parte.

Come scegliere le dimensioni

Le dimensioni del barbecue sono molto importanti: solitamente si distingue tra barbecue grande, medio e piccolo. Il barbecue piccolo è perfetto per chi vuole uno strumento che, grazie ai ripiani, abbia spazio sufficiente per cucinare con comodità ma che non sia troppo ingombrante. 

Il barbecue medio è solitamente la scelta ritenuta perfetta dalla maggior parte degli utenti, mentre quello grande può diventare un piano da lavoro molto importante con l’aggiunta dei ripiani.

Tipo di alimentazione

Le alimentazioni più diffuse per il barbecue sono: legna, carbonella, gas ed elettricità.

Il gas e l’elettricità sono metodi di alimentazione che non producono fumo, che scaldano velocemente la piastra e che l’utente, all’atto pratico, non deve saper utilizzare.

Nel caso della legna e della carbonella, invece, abbiamo un funzionamento più tradizionale con l’ovvia produzione di fumo. L’utente deve saper accendere il fuoco e, nel caso della legna, il calore sviluppato è moltissimo.

Attualmente il gas e l’elettricità sono molto gettonati perché evitano di disturbare i vicini con fumo e odori e possono essere usati comodamente anche sul balcone di casa.

Tipo di barbecue

Infine occorre scegliere il tipo di barbecue: i barbecue portatili sono quelli dotati di ruote per un movimento facile e per un riposizionamento rapido. I barbecue in muratura, invece, sono ben più impegnativi e vanno installati permanentemente in un angolo del cortile o della casa. 

Tra gli utenti la soluzione portatile è molto più gettonata: anche se meno durevole nel tempo, il barbecue con ripiani portatile può essere usato ovunque e, una volta chiusi i ripiani, è possibile caricare lo strumento in macchina per grigliate nei boschi o nelle aree attrezzate.

Con questa ultima considerazione andiamo a concludere la nostra guida con tutto quello che c’è da sapere sul barbecue con ripiani. Speriamo vivamente di esservi stati utili e di aver chiarito ogni dubbio riguardo l’argomento trattato. Nel caso in cui siate interessati a scoprire altre utili informazioni sul mondo dei barbecue, vi consigliamo di fare un salto sul nostro blog, dove potrete trovare moltissime guide, recensioni e approfondimenti. Grazie per l’attenzione e a presto!

 

Back to top
sceltabarbecue.it