Quali caratteristiche deve avere un barbecue? Considerazioni e costi dei migliori

Sta per arrivare la bella stagione, sinonimo di maggiore tempo libero, di serate con gli amici, di aperitivi, cene e pranzi all’aperto. Immancabile arrivano le grigliate, da sempre portatrici sane di buon umore, allegria, e gioia della condivisione. Cosa serve per una grigliata perfetta? Iniziamo, ovviamente, dal barbecue. In commercio vi sono diversi modelli, quindi scegliere il prodotto giusto è fondamentale.

Barbecue in muratura

La prima distinzione da fare quando si parla di barbecue è quella tra:

  • barbecue in muratura e
  • barbecue in metallo.

I modelli in muratura sono adatti per spazi esterni e per spazi medio grandi, ma si possono trovare anche all’interno di una cucina. A loro volta questi modelli si suddividono in quelli che funzionano con la carbonella e quelli che funzionano con la legna. In generale, il barbecue in muratura è adatto per chi ne fa un uso frequente. Il barbecue in metallo, invece, occupa molto meno spazio (anche se ve ne sono di tutte le dimensioni).

Modelli di barbecue

I modelli in metallo sono molto più pratici, perché si possono riporre facilmente dopo l’utilizzo. Anche in questo caso abbiamo una suddivisione di modelli. Vi sono quelli che funzionano:

  • a carbonella,
  • a legna,
  • a gas o elettrico.

Odori e fumo

Uno tra gli aspetti più fastidiosi e problematici del barbecue è rappresentato dal fumo e dall’odore persistente della brace. Sia ben chiaro, c’è chi adora sia l’uno che l’altro, ma magari i vicini di casa potrebbero pensarla diversamente, soprattutto se hanno appena steso il bucato. Sappi, a tal proposito, che i barbecue non sono tutti uguali, e vi sono modelli che fanno più fumo e altri meno, fino ad arrivare a un modello che non ne fa affatto. Vediamo, nello specifico come classificare le tipologie di barbecue in base alla quantità di fumo emessa.

I barbecue a legna fanno molto fumo, quelli a carbonella di meno, quelli a gas fanno poco fumo, e quelli elettrici non fanno affatto fumo.

Il barbecue a carbonella

Sono diversi i fattori che entrano in ballo al momento della scelta di un barbecue. Ad esempio: lo spazio a disposizione, il numero di commensali abituale, la frequenza con la quale si organizzano barbecue, il luogo (interno o esterno) in cui intendete posizionare il barbecue, etc. E poi vi è un’altra cosa fondamentale da tenere presente: la cottura e dunque il sapore dei cibi cotti alla griglia avranno una resa diversa a seconda del metodo utilizzato. I modelli a carbonella sono molto pratici perché la carbonella si può utilizzare anche in più grigliate.

Quindi, se per una grigliata non abbiamo terminato la carbonella inserita, questa si può tranquillamente lasciare lì e utilizzare per il prossimo barbecue!

Il barbecue a gas ed elettrico

Quali sono, invece, le caratteristiche di un barbecue a gas? e, soprattutto quali sono i vantaggi? Si tratta di un modello adatto soprattutto se si ha intenzione di invitare a cena diverse persone. Funzionano un po’ come il forno della cucina. Si accende, quindi, in modo elettrico e un termometro riporta la temperatura raggiunta. Se volete un barbecue facile da accendere, che non fa fumo, che arriva alla temperatura desiderata in pochi minuti, sicuramente il modello a gas è quello che fa al caso vostro.

Cosa cuocere sul barbecue

Chi l’ha detto che il barbecue è sinonimo di carne? Beh certo, il primo cibo che viene in mente quando si parla di barbecue è sicuramente una bistecca, una salsiccia o anche degli arrosticini. Ma la cottura alla griglia si sposa benissimo anche con altri tipi di cibi, come le bruschette, ma anche il pesce e le verdure. Insomma, ce n’è per tutti i gusti. Anche le patate e le pannocchie sono altri cibi tipici da cuocere alla griglia, così come gli spiedini, la pizza, etc.

Gli accessori

Se hai intenzione di fare le cose sul serio, occorre munirsi di accessori. Eccone alcuni utili per un barbecue impeccabile:

  • il girarrosto,
  • lo spiedo,
  • la pietra per la pizza.

Ma anche le apposite pinze con il manico lungo per girare il cibo, i vari supporti per mettere il cibo ancora da cuocere e quello già cotto.

Conclusioni

In conclusione, possiamo dire che la scelta del barbecue ideale deve tenere conto delle tue esigenze. Le dimensioni sono da scegliere in base al numero di invitati. Se hai tante persone meglio optare per un modello grande e a gas, se ne fai un uso occasionale, invece, meglio optare per un modello piccolo. Dopo aver individuato il tipo di barbecue più indicato, sarà bene fare una riflessione sulla scelta della marca. Tra i migliori marchi, troviamo Weber, Activa, Brigos, Suntec. Abbiamo citato solo alcuni tra i brand più conosciuti, ma ve ne sono anche altri altrettanto affidabili e che offrono prodotti di qualità, sia per la loro durata che per la cottura eccellente che riescono a ottenere i cibi.

Giornalista per passione e per professione. Mi piace documentarmi sulle tematiche più disparate, con una predilezione per tutto ciò che riguarda l’estetica e la cura della persona.

Back to top
sceltabarbecue.it