Come fare la brace per il barbecue: guida e spiegazioni

Il sogno del barbecue può trasformarsi in un incubo: carne che non si cucina, spiedini teneri come la sogliola, fumo degno di un’eruzione vulcanica. Bene, era prima che noi vi lasciassimo una guida per diventare un esperto di barbecue!

Lezione n°1: la tua griglia pulita

Dopo ogni barbecue, è inevitabile: lasciamo sulla griglia un po’ di marinata di carne o di squame di sardine. Quindi, per evitare che la prossima volta la nostra costata con l’osso assunse un delicato aroma di pesce, non dimentichiamo di pulire accuratamente la griglia dopo l’uso. Per una pulizia ottimale, mescola acqua e bicarbonato, e strofina la griglia (ancora calda, sarà più facile) con una spazzola in acciaio.

Lezione 2: il grasso da rimuovere

Pezzi di carne con molto grasso, è molto appetitoso per i carnivori che amano il barbecue. Ma buono: il grasso, quando si scioglie e cade sulle braci, fa fiamme (che verranno a bruciare la carne) e fumo (per un effetto fumo dei più riusciti). Per evitare ciò pensiamo di togliere il grasso in eccesso dalla carne prima di metterla sulla griglia. E anche per scolare bene i pezzi di carne (o pesce) che avevamo sistemato in una marinata.

Lezione n°3: la salatura post cottura

Salare una carne (o un pesce) prima di metterla sulla griglia, a quanto pare, non sembra gravissimo. Ma in realtà, è un errore da principiante che mostrerà a tutti i nostri ospiti che abbiamo mentito e che no, non abbiamo un’opzione barbecue +8. Se salate prima della cottura, la carne si accartoccia su se stessa, perdendo sapore.

Lezione 4: le erbe aromatiche da usare

Per insaporire delicatamente e sottilmente la carne e il pesce alla griglia, basta mettere un po’ di timo, alloro o erbe provenzali sulle braci di carbone prima di mettere la nostra carne sulla griglia. Nel piatto, il cibo avrà un piacevole sapore di erbe affumicate e potrà essere gustato senza salsa.

Lezione n°5: spiedini marinati

Quando facciamo il barbecue, spesso pensiamo a marinare carne, pesce o verdure. Ma un alimento che raramente pensi di marinare sono gli spiedini. Grave errore: se le mettiamo a bagno per un quarto d’ora in acqua, siamo sicuri che non si rompano né si brucino durante la cottura. Piccolo consiglio in più: se li mettiamo a bagno nel porto anziché nell’acqua, darà un profumo delizioso alla nostra carne.

Lezione n°6: la giusta tecnica di accensione

La tecnica inarrestabile per accendere il tuo barbecue in 5 minuti netti e stupire? Avvolgi del giornale attorno a una bottiglia d’acqua (di vetro o di plastica) e posiziona il tutto al centro del barbecue. Quindi, fai un mucchio di carbone tutto intorno alla bottiglia, prima di rimuoverla dal giornale. Infine, gettiamo un fiammifero in mezzo al giornale, che una volta bruciata, verrà ricoperto dalla piramide di carbone. Una tecnica radicale per preparare delle buone braci in meno di due ore!

Lezione n°7: posizionare nel modo giusto

Diventare un professionista del barbecue è come raggiungere il livello 9 di Tetris: devi essere un professionista del posizionamento! E sì, per poter togliere il nostro cibo dalla griglia in modo ottimale, senza far cadere nulla o faticare, posizioniamo tutti gli alimenti nella stessa direzione, e in diagonale rispetto alle linee della griglia.

Lezione 8: tempismo da non trascurare

La chiave per un barbecue di successo è probabilmente il tempismo. Perché tra chi vuole carne blu, al sangue, media o ben cotta… non è facile che tutti vengano a tavola contemporaneamente, e che il contorno resti ben caldo! Tranne se i pezzi di carne vengono messi sulla griglia secondo la cottura, dalla più cotta alla meno cotta, distanziando ogni volta tre minuti. Così chi gestisce il barbecue potrà mangiare contemporaneamente a tutti gli altri, è ancora più divertente!

Lezione n°9: le cotture lunghe

Quando si ha un grosso pezzo di carne da cuocere sul barbecue, spesso si ha paura che la lunga cottura la asciughi un po’ (molto). Il buon trucco per evitarlo: spennellare regolarmente il grosso pezzo di carne con una buona salsa durante la cottura. Così, non solo la carne rimarrà tenerissima, ma assorbirà anche il sugo e assorbirà tutti gli aromi.

Back to top
sceltabarbecue.it