Come acendere la carbonella di un barbecue con la diavolina: guida

In questa guida cerchiamo di scoprire come accendere facilmente il barbecue. Per te fare un barbecue è un’impresa? Ti ci vogliono 2 ore per accenderlo e spesso sono i tuoi amici a finire il lavoro? Risolvi questo problema scoprendo le diverse tecniche di accensione per il tuo barbecue. Sarai in grado di stupire la tua famiglia ed i tuoi amici alla tua prossima festa barbecue! Ecco diverse tecniche, svelate da noi per accendere facilmente e velocemente il tuo barbecue con la carbonella detta anche diavolina.

Tecnica n°1: accensione classica

Se non hai attrezzature speciali per accendere il tuo barbecue, c’è sempre la semplice soluzione di carta/legna/carbone. Questa tecnica è un po’ più lunga delle altre e richiede un po’ di tecnica. Per essere il più efficace possibile, non è necessario seguire determinati passaggi. Per prima cosa, metti delle palline di giornale nel barbecue, aggiungi all’accensione (tralci di vite o cesto) o anche le pigne. Quindi accendi il giornale, attendi che la legna cominci a bruciare e infine versaci sopra la carbonella. Per questa tecnica di accensione, attendere circa 30-45 minuti prima di poter aggiungere il cibo.

Tecnica n°2: usa gli accendini da barbecue

Esistono diversi prodotti per accendere facilmente il tuo barbecue, comme i cubetti di diavolina, questi prodotti danno risultati migliori rispetto ai prodotti chimici e sono meno dannosi per la salute. Lo svantaggio degli accendifuoco è che spesso hanno un odore e riscaldano solo una piccola area del barbecue. I diversi tipi di accendini per barbecue:

  • carbonio solido;
  • bricchetti;
  • il liquido accendi fuoco;
  • polveri laviche;
  • legna fumante.

Accendere un barbecue con questo tipo di attrezzatura richiede meno di 15 minuti.

Tecnica n°3: accendere senza mattonelle o giornali

Ti stai chiedendo come realizzare un barbecue a carbonella senza mattonelle o giornali? Niente di più semplice, usa gli accendifuoco! Consentono un’adesione semplice e meno pericolosa. Metti gli accendifuoco nel serbatoio, copri con legnetti e accendi il fuoco. Una volta che il carbone ha preso piede, puoi versare altro carbone.

Sei in un approccio ecologico e vuoi creare i tuoi accendifuoco ti spieghiamo come realizzare un accendifuoco con un tappo di sughero. Raccogli i tappi e lasciali in ammollo in un barattolo ermetico riempito con aceto di alcool per 1 o 2 mesi. In questo modo, puoi accendere facilmente il tuo barbecue!

Tecnica n°4: il pozzo di combustione

Questa metodologia fa uso di un tubo di metallo con una maniglia in cui viene versato il carbone. Basta accendere uno o due cubi accendifuoco e va posizionato sopra il barbecue pieno di carbonella. In soli 15 minuti le tue braci saranno rosse e il tuo cibo pronto da grigliare. Non dovrai quindi più soffiare dai tuoi polmoni sulla brace! Non vi resta che stendere la carbonella sul fondo e il vostro barbecue è pronto! Con tutti questi suggerimenti, non hai più scuse per non fare il tuo barbecue!

Scegliere la diavolina di buona qualità

È essenziale acquistare carbonella e diavolina di qualità. La carbonella di qualità inferiore contiene spesso detriti inutilizzabili per non parlare dei pezzi di spago e altri sassolini che a volte si trovano nei sacchetti. Anche la diavolina presenta differenze di qualità, sebbene abbiano tutti lo stesso aspetto. Ogni produttore produce diavolina in una forma particolare, il più comune è a forma di “cuscino”.
La scelta tra carbonella e diavolina dipende ovviamente solo dalle preferenze personali ma anche da cosa andrai a cucinare sul barbecue.
Per questo potrebbe essere interessante avere entrambi a portata di mano.

In conclusione

Per spegnere il tuo barbecue a carbone aperto, puoi usare il bicarbonato di sodio. Infatti, a contatto con il calore, si produce anidride carbonica e quindi priverà le fiamme di ossigeno e le soffocherà. Puoi anche versare la sabbia sulle braci del tuo barbecue.

Back to top
sceltabarbecue.it